Cerca

#Rsu18 / Fp Cgil: primi e protagonisti nella contrattazione

Si attesta il primato nazionale del quadrato rosso. Vanoli (Fp Cgil Lombardia): “Abbiamo il consenso dei lavoratori, siamo pronti al rinnovo contrattuale”
15 mag. - “La Fp Cgil si conferma primo sindacato nel pubblico impiego. Un risultato che ad oggi, con i dati in possesso della federazione dei lavoratori dei servizi pubblici della Cgil, attesta un consenso del 28,71%, che, tenuto conto dell’alta affluenza e della presentazione di più liste rispetto alle competizioni precedenti in un contesto di rimodulazione dei comparti, rende questo risultato una conferma importante del primato della Cgil”. È quanto si legge in una nota della Fp Cgil nazionale rispetto all’esito del voto per il rinnovo delle Rsu nel pubblico impiego del 17, 18 e 19 aprile scorsi. “Il sindacato confederale, e la Cgil in particolare – scrive ancora la categoria - è scelto da centinaia di migliaia di lavoratrici e lavoratori e nel complesso si afferma con circa il 73% dei consensi”. Un dato più che soddisfacente, in linea coi risultati registrati in Lombardia. “Altissima l’affluenza al voto nella nostra regione – evidenzia la segretaria generale Fp Cgil Lombardia Manuela Vanoli –. Premiato il quadrato rosso, ora siamo pronti a lavorare sul prossimo rinnovo contrattuale, forti del consenso che lavoratrici e lavoratori ci hanno attribuito. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno votato, e ringraziamo le nostre candidate e i nostri candidati”. La Fp Cgil nazionale parla di “legittime aspettative salariali e professionali delle lavoratrici e lavoratori pubblici”. La categoria e le neoelette Rsu sono già al lavoro “per costruire proposte da portare, già nelle prossime settimane, nelle assemblee preparatorie alla fase di nuovo rinnovo contrattuale e da discutere e condividere con le lavoratrici e i lavoratori. Dobbiamo dare inizio alla contrattazione decentrata di cui le nuove Rsu saranno protagoniste in virtù delle prerogative date dal contratto e soprattutto preparare le piattaforme, guardando alla legge di Bilancio che deve contenere le risorse adeguate per contratto, nuovi assunzioni e investimenti nei servizi pubblici”. (aa)
angela.amarante | 15 maggio 2018, 09:01
< Torna indietro