Cerca

Vvf / Per un rinnovo di valore

Per la Fp Cgil le risorse vanno destinate a tutti, tutti vanno valorizzati
11 gen. – C’è il rischio concreto che la Fp Cgil non firmi il contratto nazionale dei vigili del fuoco. Le risorse messe in campo dal governo sono considerate insufficienti, ma soprattutto non piace al sindacato rosso la ripartizione, penalizzante per i livelli più bassi e quindi soprattutto per i giovani. “Vorremmo che i fondi venissero equamente ripartiti, tra tutti i ruoli”, dice il coordinatore Vvf Fp Cgil Lombardia Massimo Ferrari. “E vorremmo che le nostre buste paga si avvicinassero di più a quello di altre forze dedicate alla sicurezza come la polizia o i carabinieri”. Anche le indennità andrebbero riviste. “Sono ferme da vent’anni – denuncia Ferrari -. Vogliamo che siano sbloccate e aumentate perché ad oggi lavoriamo la domenica per pochi spiccioli in più. Chiediamo che le indennità festive e notturne ci siano pagate almeno il doppio”. I vigili del fuoco chiedono anche scatti di anzianità più bassi. Che sia un contratto, insomma, che valorizzi davvero la professionalità dei lavoratori, di tutti i lavoratori. Per la Funzione Pubblica Cgil Vigili del Fuoco, “nove anni di blocco contrattuale hanno reso più poveri tutti gli uomini e le donne del Corpo. La parte pubblica deve capire che corre il rischio, pur avendo stanziato una certa quantità di risorse, di scontentare la gran parte dei Vigili, veri professionisti del Soccorso, inseguendo chissà quali chimere. La divisione e lo scontento del personale monta in maniera generalizzata e gli effetti dell'operazione, palesemente elettorali, non saranno quelli auspicati”.
angela.amarante | 11 gennaio 2018, 09:01
< Torna indietro