Cerca

Per riaprire il sito della DPL di Modena

Aperto il 19 febbraio 2001, chiuso il 6 aprile 2012. Dopo 11 anni e circa 18 milioni di utenti è cessata l'attività informativa del sito internet della Direzione Provinciale del Lavoro di Modena.
Questa chiusura è frutto di una "decisione [...] immotivata oltre che miope", si legge nella nota inviata oggi, 10 aprile 2012, da Gloria Baraldi, Segretaria FP CGIL Lombardia e da Maurizio Fazio, Coordinatore Regionale FP CGIL Ministero del Lavoro, alle strutture territoriali.

Un sito che era diventato "un punto di riferimento" e la cui utilità viene fatta cadere oltre tutto proprio nel corso di una dura e complessa riforma del mercato del lavoro. Queste le parole a motivazione della chiusura, come si legge nella home page della DPL di Modena, la sola pagina lasciata - per ora - on line: "Il Segretario generale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con una nota del 5 aprile 2012, indirizzata anche alla DTL [Direzione territoriale del lavoro, ndr]  di Modena, ha stabilito che: 'al fine di garantire una rappresentazione uniforme delle informazioni istituzionali e con riferimento agli obblighi di trasparenza ed ai profili di comunicazione e pubblicazione delle informazioni di interesse collettivo anche per quanto attiene agli Uffici territoriali, si chiede alle SS.LL. di provvedere alla immediata chiusura del sito internet www.dplmodena.it'".   

Si legge nella nota della FP CGIL Lombardia: "Qualche volta ci è capitato di non essere perfettamente d’accordo con quello che si pubblicava,  ma  la  chiusura  di  una  così  importante  fonte  d’informazione  è  un  atto gravissimo che penalizza tutti".

Per questo Baraldi e Fazio invitano le colleghe e i colleghi - e naturalmente tutti gli interessati - a inviare una email per chiedere la riapertura del sito a:

- Prof. Francesco Tomasoni (Capo di Gabinetto) segrgabinetto@lavoro.gov.it

- Dott.ssa Matilde Mancini (Segretario Generale) uffsegrgen@lavoro.gov.it

e p. c. al dott. Eufranio Massi (Direttore DPL Modena) emassi@lavoro.gov.it


Nei giorni scorsi sulla vicenda è intervenuta anche la Segretaria Generale della FP CGIL di Brescia, Donatella Cagno, che ha diffuso la seguente nota: "La FP CGIL di Brescia esprime tutta la sua solidarietà ai lavoratori della DTL di Modena e tutto lo sconcerto per un provvedimento che impoverisce gli operatori che da anni trovano in quel sito un luogo di informazione ineccepibile. Non c'è nessuna ragione sostenibile in buona fede per voler chiudere  una esperienza positiva di  buona  pubblica amministrazione al servizio dei cittadini, quella che i ministri auspicano nei convegni ma che ostacolano evidentemente nella realtà".

Vedi anche l'articolo uscito su Rassegna.it >>>

[ta]

  
tiziana.altea | 10 aprile 2012, 12:43
< Torna indietro