Cerca

#ContrattiamoDiritti / Chiaramonte (Fp Cgil): Lavoro pubblico, investimento top per il paese

A Milano, ieri, uno dei tre attivi interregionali unitari per migliorare le Pa e cambiare la legge di bilancio
9 nov. – Milano, Roma e Napoli hanno ospitato ieri i tre attivi interregionali organizzati da Cgil Cisl Uil della Funzione pubblica “Contrattiamo Diritti” per rivendicare l’avvio delle trattative per rinnovare i contratti nazionali 2019-2021, rilanciare le undici proposte sindacali - votabili on line – con cui si intendono migliorare le pubbliche amministrazioni, e cambiare la legge di bilancio 2019 come ribadito anche attraverso la piattaforma confederale unitaria. “L’investimento più importante per il Paese è quello sul lavoro nelle amministrazioni e nei servizi pubblici. Occorre un piano straordinario per l'occupazione e rinnovare i contratti" ha affermato dall’assise di Milano il segretario nazionale Fp Cgil Totò Chiaramonte. Tra gli intervenuti, Melissa Toscani, segretaria Fp Cgil di Piacenza, ha sottolineato che dare più forza al lavoro pubblico e dei servizi pubblici significa rispondere alle richieste dei cittadini. Con Roberta Piersanti della Fp Cgil del Trentino che chiede, a tal fine, di riportare questi servizi dentro il perimetro pubblico e di avviare una grande fase di reinternalizzazioni. Anche il segretario Cgil nazionale Roberto Ghiselli, nella sua introduzione, nel toccare i nervi scoperti della legge di bilancio ha colto la disattenzione verso il lavoro pubblico e chiesto viceversa che per esso siano aumentati gli investimenti. Servono ad esempio per il welfare, sanità in testa, e per gli asili nido, per nuove assunzioni utili anche a garantire il turn over. Per migliorare la qualità dei servizi che si traducono in diritti di cittadinanza per tutti: sia per chi li fruisce, sia per chi anche li eroga. Così ora le proposte e le richieste messe in campo dal sindacato vanno fatte vivere tra lavoratrici, lavoratori e cittadini.
tiziana.altea | 09 novembre 2018, 09:00
< Torna indietro