Cerca

Antifascisti, per la democrazia e la libertà, sempre. Manifestiamo uniti il 9 dicembre a Como

6.12.2017 - Dichiarazione stampa di Manuela Vanoli, segretaria generale Fp Cgil Lombardia
“Nuova inaccettabile provocazione fascista. Esprimiamo la nostra solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori, ai giornalisti di La Repubblica e l’Espresso per il blitz di un gruppo di militanti di Forza Nuova Roma sotto la sede del giornale, impegnato a fotografare una realtà ‘nera’ che non ci piace: perché contro la democrazia e i valori della nostra Costituzione.

Torniamo a esprimere, con la Cgil, la nostra solidarietà agli attivisti pro migranti della Rete Come Senza Frontiere, per l’incursione subita nella loro sede a opera di un gruppo di naziskin di Veneto Fronte Skinhead, e alla Cooperativa dell’Ortica e a Milano, per la scritta inneggiante al duce che ha coperto il murale "Bella Ciao, Milano" dipinto dai liceali sul cavalcavia Buccari per festeggiare i 70 anni della Resistenza.

Anche la Fp Cgil Lombardia, non molti mesi fa, sulla sua pagina Facebook, ha subito vergognosi attacchi fascisti e nazisti per aver postato un video di studenti a un presidio antifascista a Milano.

Questa deriva di intolleranza, xenofoba, razzista, anti costituzionale va fermata e facciamo appello alle istituzioni a non sottovalutare il pericoloso e avanzante fenomeno. Le norme per farlo ci sono.

Sempre più determinati parteciperemo sabato 9 dicembre alla manifestazione nazionale a Como, “contro ogni fascismo e ogni intolleranza”.

Rispondiamo e risponderemo a oltranza a squadrismi, intimidazioni, minacce, nel nome dei valori su cui si fonda la nostra Repubblica, dei principi di democrazia, libertà, solidarietà della nostra Costituzione, nata dalla Resistenza.
Essere antifascisti non è una figura retorica ma è, prima di tutto, la vita e il sangue di chi ha lottato per un mondo migliore. Ed è un modo ampio e accogliente di vedere il mondo. È una pratica umana, morale, politica di vivere la propria libertà e i propri diritti accanto a quella degli altri, rispettandone il valore e le differenze”.

Milano, 6 dicembre 2017
tiziana.altea | 06 dicembre 2017, 17:19
< Torna indietro